ACCEDI

Sanità allo sbando: occorre una svolta

EnzoPeluso_Lir

Assenteismo, truffe alle assicurazioni e, da ultimo, corruzione. Reati orrendi, sempre e comunque, ma lo sono ancor di più quando avvengono nei luoghi in cui le persone/vittime sono più fragili perché sofferenti. – afferma il Segretario Nazionale del Movimento LIR Enzo Peluso – Dall’ospedale super affollato, al centro d’eccellenza per la cura dei tumori, emergono zone grigie su cui aspettiamo l’esito del lavoro magistratura. Per la sanità campana, in crisi dal 2007 e commissariata dal 2009, c’è ancora molto fare. Manca il ricambio generazionale e aumenta il precariato. Mancano i collegamenti tra i poli ospedalieri con le strutture territoriali pubbliche, i policlinici universitari e le cliniche private convenzionate. Un sistema deficitario avvolto da una fama sempre peggiore, rischia la fuga degli assistiti in altre regioni. Oggi sono circa 80mila i residenti della Campania a preferire le cure celeri e di alto livello offerte dalle strutture sanitarie del centro e del nord Italia. Il risultato? La Regione Campania va a finanziare i servizi resi in altre regioni”, conclude Peluso.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *